[Comunicato stampa] Solidarietà a Francesca Rivieri per il trattamento riservatole dalla Gazzetta di Massa e Carrara

Il Coordinamento Donne dei Giovani Democratici Massa Carrara e i Giovani Democratici Massa Carrara tutti vogliono esprimere la propria vicinanza a Francesca Rivieri, responsabile comunicazione e operatrice per il centro anti-violenza D.U.N.A. di Massa, che, intervistata da La Gazzetta di Massa e Carrara per parlare dei propri studi sugli aspetti sessisti della comunicazione, ha visto le proprie parole e la propria quotidiana attività di contrasto e prevenzione della violenza di genere venire derise e sminuite da un cappello introduttivo e da un commento in calce all’intervista che poco hanno di professionale.

«Per Francesca Rivieri in Italia non esiste parità fra uomo e donna: che vada a fare una gita-premio nel califfato dell’Isis così si accorge della differenza…» recita il titolo pantagruelico che accompagna l’articolo. Per quanto riguarda il commento finale (che, senza entrare nel merito del contenuto, sarebbe stato opportuno pubblicare a parte, per essere un filino più corretti), potete leggerlo qua, insieme a tutta l’intervista: http://www.lagazzettadimassaecarrara.it/l-intersvista/2014-5/11/per-francesca-rivieri-in-italia-non-esiste-parita-fra-uomo-e-donna-che-vada-a-fare-una-gita-premio-nel-califfato-dell-isis-cosi-si-accorge-della-differenza

Nel commento si fa riferimento alla libertà di «dire la propria» e a quella di «dissentire». Parole inconfutabili, in teoria. Peccato che chi pubblica un articolo abbia un potere immensamente più grande rispetto all’intervistato: ossia quello di avere l’ultima parola sul contenuto. Qua assistiamo a una donna che dice, sì, la sua, ma solo per venire sminuita a derisa, atteggiamento che ha poco a che fare con il giusto «dissenso» a cui si accenna nel commento in calce.

Verrebbe quasi da pensare che sia un esperimento per dimostrare, nella pratica, il potere che hanno i mass media nella formazione dell’opinione pubblica e le responsabilità che hanno nella creazione di certi stereotipi maschilisti, se non addirittura misogini. Purtroppo, invece, è l’ennesima riprova di quanto lavoro ci sia ancora da fare sul piano culturale per smantellare determinati meccanismi e determinate dinamiche.

Per questo la nostra solidarietà va a Francesca, che svolge un lavoro importante e che, per quel che ci riguarda, sarà sempre un’interlocutrice gradita.

LA COORDINATRICE DELLE GIOVANI DEMOCRATICHE, CLAUDIA GIULIANI

IL COORDINAMENTO DELLE GIOVANI DEMOCRATICHE

IL SEGRETARIO PROVINCIALE DEI GIOVANI DEMOCRATICI MASSA CARRARA, MARIO TAURINO

I GIOVANI DEMOCRATICI MASSA CARRARA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...