[Comunicato stampa] Assalto alla sede del PD Massa: cari compagni e amici, avete sbagliato…

ASSALTO ALLA SEDE DEL PD MASSA: LE DICHIARAZIONI DEL SEGRETARIO DEI GIOVANI DEMOCRATICI MASSA, GIANLUCA LEPORE, E DEL NOSTRO SEGRETARIO PROVINCIALE, MARIO TAURINO.

Cari compagni e amici, avete sbagliato.

È una ferita al cuore, per me, la protesta dei militanti della Casa Rossa Occupata (insieme a precari e disoccupati) alla sede del Partito Democratico a Massa.
È stata una protesta ingiusta e scorretta, ma soprattutto inefficace. Una protesta sbagliata, nel modo e nel soggetto-oggetto a cui era rivolta.
Lo comprendo, parte della popolazione è stanca; stanca di una certa classe politica sempre più fallimentare, stanca delle condizioni di estremo disagio in cui si ritrova. Non si capisce però, come possano migliorare le cose un muro imbrattato con scritte offensive, fumogeni e qualche coro da stadio. Vi prego, ancor prima dei contenuti ragioniamo sulle forme d’espressione.
Quella che avete attuato è una protesta vana, vuota e insignificante.
L’iscritto al Partito Democratico accetta e condivide i valori che il suo tesseramento comporta; egli, agisce poi in base ad una propria coscienza e sensibilità di fronte alla situazione politica locale e nazionale; prendersela con l’iscritto è inutile: non è “colpevole” (sempre se si possa parlare di colpevolezza), delle azioni di questo o di quel Governo o di un qualsivoglia organo istituzionale. Ecco il punto, il sopracitato soggetto-oggetto (iscritto-sede) è sganciato, fuor di luogo per una protesta con quei contorni e toni; insomma, è un bersaglio sbagliato.
Se il fine è errato, ancor di più lo è il modo, un modo fascista. Pronti a farci paladini dell’antifascismo, che si finisce per acquisirne toni e metodi. Un serio confronto politico si basa innanzitutto sul rispetto reciproco. Il dialogo come suprema e massima forma di partecipazione. Minorato l’uomo che per imporsi deve usare la violenza; l’uomo agisce all’interno della società in cui vive, grazie alla forza delle idee e del pensiero. Chi non ha proposte usa la prepotenza e l’aggressività fisica, facendone sia il mezzo che il fine di ogni sua azione.
Carissimi compagni e amici, le porte della giovanile sono aperte a chiunque voglia mettersi in gioco, a chiunque intenda realmente avviare un serio confronto politico. L’odio non porta da nessuna parte, anzi, alimenta le tensioni sociali in una città già provata ed esausta. Discutiamone insieme. Io sono pronto con tutti i ragazzi della giovanile.

Gianluca Lepore,
Segretario Giovani Democratici Massa

Da Segretario provinciale GD Massa Carrara non posso che sottoscrivere e sostenere, con forza. le parole espresse dal Segretario GD Massa, Gianluca Lepore.
L’atto di barbarie avvenuto all’interno della nostra sede massese non può che essere condannato: la violenza e l’inciviltà non sono caratteristiche che appartengono ad un gruppo come il nostro, fondato su confronto, partecipazione, elaborazione e proposte.
La democrazia, che tanto esaltiamo e di cui abbiamo costante ed enorme necessità, è un qualcosa che dobbiamo sia custodire sia accrescere giorno per giorno, ora per ora, minuto per minuto: per fare questo è fondamentale agire con coscienza e intelligenza e creare le condizioni per un confronto reale, civile e costante.
Dice bene il compagno Lepore quando sostiene che i metodi e i bersagli scelti siano stati profondamente errati e dice altrettanto bene quando afferma che noi GD siamo aperti al confronto e alla discussione: queste parole ci descrivono alla perfezione e, proprio per questo, voglio ribadirle.
È vero: il malessere della società è profondo e grave.
È altrettanto vero che la politica ha sbagliato scegliendo di allontanarsi dai cittadini e abbandonando, sfortunatamente spesso, l’apertura e i metodi partecipavi.
È vero, però, che noi GD stiamo creando una realtà che vuole essere presente, che vuole parlare con la gente, che vuole fare propri temi importanti e cercare di trovare soluzioni con e per i cittadini.
Noi abbiamo scelto questo.
Noi rigettiamo con forza la violenza.
Noi non abbiamo paura.
Chi usa la forza, i fumogeni e le offese, invece, nasconde sia la paura di confrontarsi sui temi, sia (con tutta probabilità) l’incapacità di reggere determinati confronti.
Cerchiamo, dialogando e discutendo, di costruire un futuro e di ricostruire la Politica. Sì… quella con la P maiuscola.
Una certezza l’abbiamo: questi gesti non rappresentano la politica e non saranno mai in grado di cambiare minimamente le cose.

Mario Taurino,
segretario provinciale Giovani Democratici Massa Carrara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...